Pulire i vetri con la carta di giornale per non lasciare aloni

Abbiamo più volte detto che la pulizia dei vetri delle finestre è uno dei compiti più difficili per le casalinghe specie per quelle che non vogliono lasciare aloni e segni, senza trascurare il fatto che questa problematica affligge anche chi si occupa del lavaggio di vetrine e vetrate più grandi.

Pulire i vetri con la carta di giornale è uno dei metodi più consigliati per non lasciare righe e aloni. La carta di giornale infatti, a differenza dei tradizionali panni in tessuto non lascia pelucchi sulle superfici e assorbe detergenti e eventuali tracce di acqua.  I fogli di giornale vanno usati solo dopo aver pulito il vetro con un panno inumidito, il loro compito è quello appunto di lucidare la vetrata e raccogliere residui di polvere  e peli. Insomma il giornale ha il compito di “lucidare” il vetro e tenere lontano polvere e sporcizia il più possibile.

 

Lavaggio vetrine negozi come fare a non lasciare aloni

La vetrina è la prima immagine che un negozio offre e influenza notevolmente la prima impressione di un potenziale cliente. In base a quello che vede quest’ultimo deciderà se entrare o meno nel negozio. Diventa così fondamentale che la vetrata sia completamente pulita e soprattutto priva di aloni.Anche se i consigli e i modi per pulire i vetri senza lasciare aloni sono tanti e ben noti, non sempre ci si riesce! Il lavaggio vetrine dei negozi, infatti, è un lavoro scrupoloso che deve essere svolto con competenza e servendosi di prodotti e attrezzature ad hoc. Ecco perché il più delle volte viene affidato a imprese di pulizia capaci di lavare la vetrata e asciugarla in poco tempo e senza lasciare né aloni e né striature. Ai commercianti conviene investire nel lavaggio delle vetrine, averne una bella e pulita è il primo passo per attrarre clienti e invogliarlo all’acquisto.

Preventivi pulizie condominiali, quanto costa la pulizia di un condominio

La pulizia dei condomini a Milano è spesso affidata ad imprese di pulizia: per mancanza di tempo degli inquilini o per semplice comodità, è la soluzione più diffusa ed affidabile che, ripartita fra tutte le famiglie dello stabile, non va nemmeno a gravare più di tanto sul portafoglio.
Ma quanto costa la pulizia di un condominio?
I preventivi per le pulizie condominiali possono essere anche molto diversi, non solo in base al listino prezzi di ogni singola impresa di pulizie, ma anche e soprattutto in base alle caratteristiche del servizio richiesto: cosa comprende la voce “pulizia del condominio”? Solo la pulizia delle scale condominiali o anche di spazi comuni come gli eventuali giardini, parcheggio e piazzale? L’igienizzazione degli ascensori è compresa? E la pulizia delle vetrate?
Quello che influisce poi sono le dimensioni dell’edificio: pulire un condominio di 3 piani e di 10 non è di certo la stessa cosa. Il miglior modo per poter scegliere è chiedere più preventivi per poi affidarsi al miglior rapporto qualità/prezzo.

Pulizia pannelli fotovoltaici, come pulire i pannelli solari senza danneggiarli

Sono sempre di più le aziende – ma non solo: numerosi anche i privati – che scelgono di affidarsi per l’energia elettrica al fotovoltaico: a fronte di un investimento iniziale – a sostegno del quale sono stati stanziati anche degli incentivi statali – garantiscono un buon risparmio nel tempo e cosa fondamentale, si tratta di energia rinnovabile e pulita.
Una volta installato l’impianto bisogna però provvedere alla manutenzione: in particolare, molto importante è la pulizia periodica dei pannelli fotovoltaici.
Ma come pulire i pannelli solari senza danneggiarli?
Il nostro consiglio è quello di rivolgersi ad un’impresa di pulizie per pulizie ecologiche qualificata, senza cimentarsi col fai da te: i pannelli sono solitamente posizionati sul tetto, cosa che di per sé rappresenta già un rischio. Le imprese di pulizia possiedono tutte le attrezzature per gestire queste operazioni in sicurezza, nonché di personale formato per la pulizia di questi pannelli delicati: i prodotti utilizzati saranno specifici in modo da evitare di rovinare/graffiare il pannello.

Come pulire i vetri della doccia e eliminare il calcare

Il calcare è il nemico principale di ogni bagno, ma lo è soprattutto del box doccia! La soluzione sarebbe asciugare le antine del box subito dopo che ci si lava, ma specie in estate e con le temperature di questi giorni è una cosa impossibile da fare.  Ma allora cosa fare per pulire i vetri della doccia e eliminare il calcare?

Prima di tutto armarsi di buona volontà. In secondo luogo procurarsi una carta abrasiva (stile carta vetrata che si passa sulle pareti prima di verniciare) per eliminare il calcare incrostato. Questo metodo però non va assolutamente utilizzato con le ante in plexiglass con le quali l’unico metodo valido e asciugarle ogni volta e pulirle periodicamente con un po’ di aceto o con i tradizionali prodotti anti-calcare.

Pulire lo schermo del computer portatile senza rovinarlo

Ormai si passa più tempo davanti a un pc che in qualsiasi altro luogo: tra le ore che vi si trascorrono a lavoro e quelle nel tempo libero si può affermare con tranquillità che ognuno di noi “contempla” lo schermo di un pc almeno dieci ore.
Proprio per questo non basta fare una pulizia uffici generica: è fondamentale avere uno schermo privo di polvere, ditate e fastidiosi aloni.
Come pulire lo schermo del proprio portatile senza rovinarlo?
Gli schermi lcd sono molto delicati e vanno accuratamente puliti con panni in microfibra, sono banditi stracci in cotone o peggio ancora la carta.
Meglio utilizzare detergenti neutri e non spruzzare mai nulla direttamente sullo schermo, ma inumidire il panno e poi strofinare sul monitor. Un trucco per avere un monitor sempre lindo e nitido è pulirlo con il liquido usato per sciacquare e conservare le lenti a contatto.

Pulizie condomini Milano, prezzi pulizie condominiali a Milano

Tutti presi da lavoro ed impegni personali come siamo, se già troviamo poco tempo da dedicare alle pulizie di casa veloci, figuriamoci se rimane un momento libero per pulire gli spazi comuni del condominio dove abitiamo.
Proprio per questo motivo le pulizie dei condomini sono spesso affidate ad un’impresa specializzata che, con personale qualificato ed i giusti prodotti, saprà restituirvi con la massima professionalità e nel minor tempo possibile un ambiente pulito e vivibile.
Ma quanto costano le pulizie condominiali a Milano?
Sui prezzi possono influire diversi fattori. Per prima cosa, quanti piani ha il condominio in questione? E quando sono spaziosi i ballatoi? La pulizia dei condomini però non si ferma alle sole scale: ci sono vetrate da pulire? Quante? Sono facilmente raggiungibili?
E ancora: l’ampiezza dell’ingresso da tenere pulito, la presenza o meno di un cortile da spazzare e dell’ascensore che va giustamente igienizzata. Non da ultimo, la frequenza del servizio.
Solitamente, per un codominio di 6 piani con pulizia 2 volte alla settimana, la cifra si aggira intorno ai 300 euro + IVA. Come detto però, questo è un prezzo puramente indicativo perché vanno valutati tutti i fattori di cui sopra e va tenuto presente che spesso le imprese di pulizia effettuano sconti e promozioni davvero convenienti.

Pulizia vetri finestre: come pulire i vetri delle finestre senza aloni

Le casalinghe sanno bene che la pulizia dei vetri è una delle mansioni più impegnative e faticose da svolgere! Non a caso rientra tra le faccende domestiche che vengono svolte periodicamente e non tutti i giorni.

Ecco allora in soccorso delle casalinghe che temono il momento della pulizia delle finestre alcuni consigli  da seguire per ottenere vetri puliti in poco tempo e soprattutto senza lasciare aloni:

  • eliminare la polvere in eccesso con un panno in cotone, senza alcun detergente
  • passare un altro panno inumidito con acqua tiepida sull’intera superficie per eliminare le macchie (se le macchie sono ostili meglio diluire l’acqua con un tappo di ammoniaca)
  • asciugare con fogli di giornale
La carta di giornale infatti assorbe tutta l’acqua e non lascia aloni sulle finestre. E’ importantissimo, però, per impedire la formazione di aloni pulire i vetri quando non vi batte il sole!