Pulizie professionali per fiere ed eventi

In tutte le grandi città c’é un centro congressi dove – con cadenza anche settimanale – si alternano fiere settoriali, esposizioni ed altri eventi del genere.
Quotidianamente, centinaia di persone si riversano in questi padiglioni: dagli addetti ai lavori ed espositori ai visitatori.
Ci si può immaginare che aspetto abbiano i bagni, ma anche gli stessi padiglioni del centro congressi dopo una giornata di intenso afflusso: per questo motivo, quello che serve è un servizio di pulizie professionali per fiere ed eventi. Ogni mattina, gli ambienti dovranno risultare nuovamente puliti ed i bagni igienizzati, come se nessuno vi avesse ancora messo piede.
Le imprese di pulizia (consulta i prezzi delle imprese di pulizia) sono dotate di personale adatto e disponibile in orari flessibili, in modo da lavorare nelle fasce orarie non accessibili ai visitatori.

Pulizia piano cottura in acciaio con prodotti fai da te

Alzi la mano chi ha il piano cottura in acciaio e non ha pensato almeno una volta “chi me l’ha fatto fare?!”… E’ capitato a tutte, vero?
Esteticamente è bellissimo, ma anche solo una goccia d’acqua lascia l’alone se non viene asciugata subito… Figuriamoci con tutto quello che può schizzare in cucina, tra sugo, olio e chi più ne ha più ne metta! Con questo materiale lo sporco si vede subito ed anche la pulizia del piano cottura in acciaio non è delle più agevoli, perché molto è molto facile lasciare aloni o rovinarlo, soprattutto se lucido.
Ma non disperate! La soluzione per avere un piano cottura perfettamente pulito e addirittura con prodotti fai da te, senza comprare nulla apposta, esiste e si chiama… Aceto! Dopo aver rimosso il grosso con una spugna imbevuta  di acqua calda, passate – mi raccomando, con un panno NON abrasivo – aceto di vino bianco sul piano cottura e vedrete che pulizia! Brillante e senza aloni come se non aveste mai usato i fornelli.
(Leggi anche: come pulire i fornelli a induzione).

Prezzi pulizia capannoni, quanto costa pulire un capannone industriale

Anche se la buona volontà può non mancare, per pulire un capannone industriale la migliore soluzione è rivolgersi ai professionisti del mestiere: le imprese di pulizia.
I capannoni infatti sono generalmente spazi molto grandi, relativamente semplici da pulire se sgombri; già la situazione si complica se sono stati arredati con mobili e macchinari.
Il personale dell’azienda è dotato dei prodotti necessari all’igienizzazione dell’ambiente, nonché della giusta preparazione per affrontare la pulizia di uno spazio immenso, riuscendo ad organizzarsi per portare a termine il lavoro accuratamente e nel minor tempo possibile.
Per quanto riguarda i prezzi della pulizia di capannoni industriali, le variabili in gioco sono molto: in primis la dimensione del capannone, la presenza di mobili da spostare/pulire o meno, perché in base a questo si potranno stimare le ore che serviranno a pulirlo da cima a fondo. La cosa migliore resta contattare diverse aziende e farsi fare un preventivo.

Come togliere la resina dal pavimento senza rovinarlo

Poche cose come un bel soffitto mansardato con travi a vista regalano ad un ambiente un senso immediato di calore ed accoglienza.
Qualche piccolo inconveniente però lo presenta anche questo genere di abitazione: può capitare difatti che le travi perdano col tempo qualche gocciolina di resina, processo del tutto naturale. Come sappiamo però, la resina è molto appiccicosa e se va a depositarsi sul pavimento di casa va rimossa prontamente, anche perché polvere ed ogni genere di sporcizia tenderanno ad incollarvisi.
Come togliere la resina dal pavimento senza però rovinarlo?
Il consiglio è di togliere il grosso della resina raschiando molto delicatamente la superficie della macchia, procedendo poi con molta attenzione (e sempre testando prima il risultato su di una piccola area) con un prodotto solvente (ad esempio acetone). In commercio esistono comunque prodotti appositi per ogni tipo di macchia, resina compresa. (leggi anche: come eliminare la muffa dalle pareti).

Pulizia giardini privati condominiali

Quando si parla di pulizie, la prima cosa che viene in mente di solito è la casa.
Ma il giardino condominiale? Chi si deve occupare della sua manutenzione?
Difatti – come per ogni cosa, ma nel caso di un giardino si nota molto di più – se nessuno provvede alla sua regolare pulizia, la sporcizia si accumula: erbacce, mozziconi di sigaretta, ma anche banalmente foglie degli alberi che vanno ad accumularsi dando subito da fuori l’idea di uno stabile poco curato.
Come pulire allora il giardino di un condominio? Tra i consigli più semplici da seguire, c’è la suddivisione delle mansioni tra i vari inquilini, a rotazione; anche se la prima e vera regola sarebbe non sporcare (nello specifico, i fumatori potrebbero evitare di gettare i mozziconi a terra).
Ancora, raccogliere settimanalmente foglie e rifiuti di vario genere cambia all’istante l’aspetto degli spazi verdi in comune. E se non ci fosse il tempo da dedicare a questa attività, potrete sempre rivolgervi ad una impresa di pulizie.

Leggi anche tutti i nostri consigli sulle pulizie condominiali

Pulire i vetri con la carta di giornale per non lasciare aloni

Abbiamo più volte detto che la pulizia dei vetri delle finestre è uno dei compiti più difficili per le casalinghe specie per quelle che non vogliono lasciare aloni e segni, senza trascurare il fatto che questa problematica affligge anche chi si occupa del lavaggio di vetrine e vetrate più grandi.

Pulire i vetri con la carta di giornale è uno dei metodi più consigliati per non lasciare righe e aloni. La carta di giornale infatti, a differenza dei tradizionali panni in tessuto non lascia pelucchi sulle superfici e assorbe detergenti e eventuali tracce di acqua.  I fogli di giornale vanno usati solo dopo aver pulito il vetro con un panno inumidito, il loro compito è quello appunto di lucidare la vetrata e raccogliere residui di polvere  e peli. Insomma il giornale ha il compito di “lucidare” il vetro e tenere lontano polvere e sporcizia il più possibile.

 

Lavaggio vetrine negozi come fare a non lasciare aloni

La vetrina è la prima immagine che un negozio offre e influenza notevolmente la prima impressione di un potenziale cliente. In base a quello che vede quest’ultimo deciderà se entrare o meno nel negozio. Diventa così fondamentale che la vetrata sia completamente pulita e soprattutto priva di aloni.Anche se i consigli e i modi per pulire i vetri senza lasciare aloni sono tanti e ben noti, non sempre ci si riesce! Il lavaggio vetrine dei negozi, infatti, è un lavoro scrupoloso che deve essere svolto con competenza e servendosi di prodotti e attrezzature ad hoc. Ecco perché il più delle volte viene affidato a imprese di pulizia capaci di lavare la vetrata e asciugarla in poco tempo e senza lasciare né aloni e né striature. Ai commercianti conviene investire nel lavaggio delle vetrine, averne una bella e pulita è il primo passo per attrarre clienti e invogliarlo all’acquisto.

Detersivi naturali fai da te: fare i detersivi in casa per risparmiare

In tempi di crisi come questa anche acquistare i detersivi per le pulizie domestiche può diventare problematico..ecco allora un video con preziosi consigli per fare detersivi naturali fai da te.
I detersivi fatti in casa possono essere una valida soluzione per risparmiare qualche soldino.
Buona visione!

Pulire il forno molto incrostato in maniera perfetta

Le casalinghe dopo la pulizia del frigorifero sostengono che la cosa più odiosa da pulire sia il forno soprattutto quando è molto incrostato.  Bhé chi ha optato per un forno autopulente non avrà bisogno di leggere questo articolo! Ma chi dovrà usare armarsi di olio di gomito farà bene a proseguire con la lettura dei nostri consigli sulle pulizie.

Innanzitutto prima di procedere alla pulizia è bene staccare l’alimentazione elettrica e attendere che il forno sia perfettamente freddo. In commercio ci sono diversi prodotti appositi per la pulizia del forno, ma i vecchi consigli della nonna per la pulizia di casa possono rivelarsi indispensabili anche in questo caso.  Per esempio per eliminare il grasso dalle pareti del forno occorre strofinare un limone e passare un panno umido per raccogliere l’unto.  Un’alternativa è inumidire un panno con acqua tiepida e aceto, oppure acqua e bicarbonato, passarlo nel forno e poi procedere all’asciugatura.

Per eliminare le incrostazioni in maniera perfetta questa operazione deve essere eseguita periodicamente.

 

 

Frasi celebri e proverbi sulla pulizia

Chi l’ha detto che l’argomento pulizie deve essere sempre trattato in modo “ostile” e poco piacevole?!  Vogliamo così proporvi oggi alcune frasi celebri e citazioni divertenti che hanno come oggetto proprio la PULIZIA!

Magari da leggere fra la pulizia del frigorifero e il lavaggio dei vetri della doccia giusto per allietare le tristi mansioni.

In California c’è molta pulizia perché non buttano via la loro immondizia, la trasformano in show televisivi. -Woody Allen, Io e Annie, 1977

Dalla pulizia della casa si conosce la buona massaia. - Proverbio popolare

La pulizia è l’ornamento che meglio s’addice alla vecchiaia - Proverbio popolare

I quotidiani si chiamano così perché durano un giorno e il giorno dopo servono a incartare le patate o a pulire i vetri.  Luigi Pintor, Politicamente scorretto, 2001